Nuove assunzioni: riepilogo agevolazioni 2018

Di seguito un riepilogo delle principali agevolazioni previste per i datori di lavoro che intendono assumere nuove risorse nel corso del 2018.

Legge di Bilancio

Cosa?

Sgravio contributivo pari al 50% dei complessivi contributi previdenziali a carico dei datori di lavoro – con esclusione dei premi e contributi dovuti all’INAIL – per un importo massimo di 3.000 euro annui, fruibile per una durata massima di 36 mesi.

A chi spetta?

Datori di lavoro privati che assumono con contratto a tempo indeterminato, o convertono un contratto a tempo indeterminato, lavoratori che:

  • non abbiano compiuto 35 anni (dal 1° gennaio 2019 l’incentivo riguarderà solo gli under 30)
  • non siano mai stati titolari di altro rapporto di lavoro a tempo indeterminato con il medesimo o con altro datore di lavoro

L’agevolazione è riconosciuta anche nel caso di prosecuzione di contratto di apprendistato professionalizzante a tempo indeterminato stabilita nel 2018, ma soltanto a condizione che il lavoratore non abbia compiuto il trentesimo anno di età alla data della prosecuzione.

Disposizioni operative

Per tutte le istruzioni operative si rimanda alla Circolare INPS n. 40/2018.

Incentivo Occupazione NEET

Cosa?

Esonero contributivo del 100% per 12 mesi – con esclusione dei premi e contributi dovuti all’INAIL – per un importo massimo di 8.060,00 euro su base annua, riparametrato e applicato su base mensile per dodici mensilità e fruibile, a pena di decadenza, entro il termine del 29 febbraio 2020.

A chi spetta?

Datori di lavoro privati che assumono NEET (giovani di età compresa tra i 16 e i 29 anni che non studiano e non lavorano) iscritti al Programma Garanzia Giovani con:

  • Contratto a tempo indeterminato, anche a scopo di somministrazione
  • Contratto di apprendistato professionalizzante

L’agevolazione non è riconosciuta in caso di trasformazione a tempo indeterminato di rapporti a termine.

Disposizioni operative

Per tutte le istruzioni operative si rimanda alla Circolare INPS n. 48/2018.

Lavoratori con assegno di ricollocazione

Cosa?

Esonero pari al 50% dei complessivi contributi previdenziali con un tetto annuo di 4.030 euro per la durata di:

  • 18 mesi in caso di assunzione a tempo indeterminato
  • 12 mesi in caso di assunzione a tempo determinato (più altri 6 mesi in caso di trasformazione a tempo indeterminato)

A chi spetta?

Datori di lavoro che assumono lavoratori che percepiscono assegno di ricollocazione a seguito di cassa integrazione straordinaria.

Disposizioni operative

Per tutte le istruzioni operative si rimanda alla circolare INPS di prossima pubblicazione.

Incentivo Occupazione Mezzogiorno

Cosa?

Esonero contributivo del 100% per 12 mesi – con esclusione dei premi e contributi dovuti all’INAIL – per un importo massimo di 8.060,00 euro su base annua, riparametrato e applicato su base mensile.

A chi spetta?

Datori di lavoro privati con sede di lavoro nelle regioni Abruzzo, Molise, Sardegna, Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia che assumono con contratto a tempo indeterminato o apprendistato professionalizzante:

  • giovani di età inferiore ai 34 anni
  • over 35 disoccupati da almeno 6 mesi

L’incentivo è riconosciuto anche nel caso di trasformazione a tempo indeterminato di rapporti di lavoro a tempo determinato.

Disposizioni operative

Per tutte le istruzioni operative si rimanda alla Circolare INPS n. 49/2018.

Ultimo aggiornamento: 16 luglio 2018

Vedi tutte le notizie
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.