Le figure della sicurezza nei luoghi di lavoro: il dirigente

Il D.Lgs. 81/08  prevede che la sicurezza nei luoghi di lavoro sia il risultato concertato di più azioni svolte da una molteplicità di soggetti, lavoratori compresi, nell’ambito dell’organizzazione aziendale.

Nello specifico, le principali figure individuate dal Testo Unico sulla sicurezza sono:

Vogliamo ora presentarvi nel dettaglio compiti, doveri e obblighi formativi del dirigente.

Dirigente

Secondo il Testo Unico in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, il dirigente è colui che, in ragione delle competenze professionali e di poteri gerarchici e funzionali adeguati alla natura dell’incarico conferitogli, attua le direttive del datore di lavoro organizzando l’attività lavorativa e vigilando su di essa.

Tra i doveri che il dirigente può svolgere in sostituzione del datore di lavoro rientrano:

  • la designazione del medico competente
  • l’individuazione dei lavoratori preposti all’esecuzione delle misure antincendio, di primo soccorso e di salvataggio in generale
  • la dotazione al personale dei dispositivi di sicurezza personale (DPI)
  • l’adempimento degli obblighi di informazione, formazione e addestramento
  • l’elaborazione del documento unico di valutazione dei rischi
  • il monitoraggio di eventuali cambiamenti che riguardano le unità produttive e l’adeguamento delle misure preventive per la tutela dei lavoratori

Formazione del dirigente

La normativa prevede che i dirigenti ricevano una formazione della durata minima di 16 ore, da programmarsi e completarsi nell’arco temporale di 12 mesi e un aggiornamento quinquennale obbligatorio della durata minima di 6 ore.

Vedi tutte le notizie