Incentivo Lavoro IO Lavoro

Il bonus Incentivo Lavoro IO Lavoro copre le assunzioni effettuate da gennaio a dicembre 2020.

Il beneficio spetta a tutti i datori di lavoro privati che assumono, nel corso del 2020, giovani under 25 o disoccupati di età superiore (nel rispetto di determinati requisiti) che non studiano e non lavorano e che abbiano aderito al Programma Garanzia Giovani. Nel caso di giovani di età inferiore ai 18 anni, questi devono aver assolto al diritto dovere all’istruzione e formazione.

Ambito territoriale

L’incentivo spetta laddove la sede di lavoro per la quale viene effettuata l’assunzione sia ubicata su tutto il territorio nazionale, con l’esclusione della provincia autonoma di Bolzano.

Tipologie contrattuali incentivate

Sono incentivabili esclusivamente le assunzioni a tempo indeterminato – anche a scopo di somministrazione – nonché i rapporti di apprendistato professionalizzante.
Restano esclusi dall’incentivo i contratti di apprendistato per la qualifica e il diploma professionale, il diploma di istruzione secondaria superiore e il certificato di specializzazione tecnica superiore, nonché i contratti di apprendistato di alta formazione e di ricerca.
L’agevolazione non può essere riconosciuta nelle ipotesi di trasformazione a tempo indeterminato di rapporti a termine.

In favore dello stesso lavoratore l’incentivo può essere riconosciuto per un solo rapporto.

Misura dell’incentivo

L’incentivo consiste in un esonero contributivo del 100% – con esclusione dei premi e contributi dovuti all’INAIL – per un importo massimo di 8.060,00 euro su base annua, riparametrato e applicato su base mensile per dodici mensilità e fruibile, a pena di decadenza, entro il termine del entro il termine del 28 febbraio 2022

In ipotesi di rapporti di lavoro a tempo parziale, il massimale dell’agevolazione deve essere proporzionalmente ridotto.

Cumulabilità con altri incentivi

L’incentivo è cumulabile con l’incentivo previsto dall’art. 8 del Decreto Legge n. 4 del 28 gennaio 2019, convertito con modificazione dalla legge n. 26/2019. 9 2. L’incentivo è inoltre cumulabile, nei limiti massimi di intensità di aiuto previsti dai regolamenti europei in materia di aiuti di stato, con altri incentivi di natura economica introdotti e attuati dalle Regioni di cui all’articolo 3 del presente Decreto Direttoriale in favore dei datori di lavoro che abbiano sede nel territorio di tali Regioni

Procedura di ammissione all’incentivo

Al fine di fruire del beneficio, i datori di lavoro interessati devono inoltrare all’INPS un’istanza preliminare di ammissione mediante l’apposito modulo telematico.
Una volta verificata la registrazione del lavoratore assunto al Programma Garanzia Giovani e accertata la disponibilità residua di risorse, l’INPS comunica l’avvenuta prenotazione dell’importo dell’incentivo in favore del datore di lavoro.
A pena di decadenza, entro 10 giorni dalla ricezione della comunicazione di prenotazione, il datore di lavoro deve, ove non abbia già provveduto, effettuare l’assunzione e confermare la prenotazione effettuata in suo favore.
A seguito dell’autorizzazione, l’erogazione del beneficio avviene mediante conguaglio sulle denunce contributive.

Devi assumere?

Contattaci: un nostro consulente ti offrirà il suo supporto nell’individuazione delle principali agevolazioni connesse all’assunzione di nuove risorse.

Ultimo aggiornamento: 19 Novembre 2020

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.