Fondi Interprofessionali: come fare formazione gratuita

I Fondi Interprofessionali costituiscono per le imprese una risorsa fondamentale per crescere, migliorare le competenze interne e raggiungere gli obiettivi. Essi infatti offrono alle aziende l’opportunità di formare a costo zero i propri dipendenti. Ma come funzionano?
Tutti i mesi, con il pagamento dei contributi obbligatori, le aziende versano all’INPS una indennità di disoccupazione involontaria, totalmente a carico del datore di lavoro. Da alcuni anni le imprese possono però chiedere, senza alcun aggravio di costi, di trasferire questa quota ad un Fondo Interprofessionale, che la utilizza per finanziare la formazione continua dei dipendenti dell’azienda aderente.

Aderire ad un Fondo Interprofessionale è dunque una scelta strategica vincente che:

  • Mette a disposizione dell’imprenditore un budget che contribuisce all’economia dell’impresa
  • Favorisce la possibilità di accesso alla formazione per un numero maggiore di dipendenti
  • Promuove la crescita delle competenze delle risorse interne
  • Contribuisce al miglioramento delle prestazioni e dei risultati dell’azienda

Come si aderisce ad un Fondo Interprofessionale?

Ogni azienda può scegliere volontariamente di aderire ad un Fondo di sua preferenza, gratuitamente e con possibilità di revoca.

L’adesione va comunicata all’INPS attraverso il Modello di denuncia contributiva del flusso UNIEMENS. Nel Modello vanno indicati il Fondo prescelto e il numero dei dipendenti per cui l’impresa versa il “contributivo obbligatorio per la disoccupazione involontaria”.

Come funzionano i Fondi Inteprofessionali?

I Fondi operano attraverso due strumenti principali: il Conto Formazione Aziendale e gli Avvisi.
Mediante il Conto Formazione Aziendale, l’azienda accantona le somme versate all’interno di un proprio conto formazione e ne usufruisce nei modi e nei tempi che ritiene più opportuni.
Gli Avvisi, invece, costituiscono la classica modalità a bando in cui l’azienda, in prima persona o con la collaborazione di un ente formativo accreditato, elabora un Piano Formativo che viene valutato da un’apposita commissione ed eventualmente finanziato.

Come beneficiare delle opportunità offerte dai Fondi Interprofessionali?

Il modo più semplice è quello di affidare tutta l’attività ad un ente esterno, che gestisca sia la procedura di finanziamento sia l’erogazione dei percorsi formativi.

CFA offre alle imprese interessate la propria competenza in materia di Fondi Interprofessionali, sostenendo le imprese in tutte le fasi del processo: dalla scelta del Fondo più adatto alle esigenze dell’azienda all’analisi dei fabbisogni formativi, fino alla presentazione, erogazione e rendicontazione del Piano.

Vuoi saperne di più? Contatta l’Ufficio Analisi e Sviluppo: un nostro consulente ti illustrerà i possibili canali di finanziamento della tua formazione aziendale.

Ultimo aggiornamento: 22 febbraio 2018

Vedi tutte le notizie
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.