Camera di Commercio di Brescia: contributo a fondo perduto fino a 25mila euro per l’introduzione dello Smart Working nelle aziende bresciane

La Camera di commercio di Brescia ha stanziato 2 milioni di euro allo scopo di incentivare e promuovere l’utilizzo dello smart working nelle imprese bresciane e la diffusione delle tecnologie digitali.

INVESTIMENTI FINANZIABILI

Sono ammissibili gli investimenti effettuati, installati e pagati dal 1 gennaio 2020 al 31 dicembre 2020, per le seguenti attività:

MISURA 1- SMART WORKING

Servizi di consulenza e formazione finalizzati all’adozione di un piano di smart working:

  • attività preliminari all’adozione del piano di smart working;
  • attività di formazione rivolta ai dipendenti dell’impresa;
  • avvio e monitoraggio di un progetto pilota.

Acquisto di “strumenti tecnologici”per l’attuazione del piano di smart working:

  • acquisto di nuova strumentazione tecnologica hardware (notebook, smartphone, accessori);
  • acquisto di software funzionali allo svolgimento della prestazione lavorativa in modalità smart working.

MISURA 2- PID PUNTO IMPRESA DIGITALE

consulenza e formazione relativa ad una o più tecnologie 4.0;
acquisto di attrezzature tecnologiche e programmi informatici necessari alla realizzazione del progetto di digitalizzazione dell’impresa.

MISURA 3- PROGETTAZIONE, RESTYLING E/O NUOVA REALIZZAZIONE DI SITI WEB AZIENDALI E E-COMMERCE

MISURA 4- TECNOLOGIE PER LA SICUREZZA PER LA PREVENZIONE DI ATTI CRIMINOSI

  • impianti antintrusione: antifurti o allarmi con sistemi di rilevamento satellitare collegati alle centrali di vigilanza;
  • attrezzature per video-sorveglianza;
  • impianti anti taccheggio, vetri antisfondamento, telecamere, casseforti e armadi blindati.

MISURA 5- RIDUZIONE CONSUMI ENERGETICI ED IMPATTO AMBIENTALE E RIFIUTI.

  • attrezzature per il lavaggio delle stoviglie per uso professionale o di categoria A;
  • attrezzature per il freddo (frigoriferi, celle frigorifere, congelatori, surgelatori, abbattitori termici, e simili) per uso professionale o di categoria A+o A++;
  • attrezzature per il caldo limitatamente a forni elettrici o micro onde per uso professionale o di categoria A;
  • attrezzature per la produzione di energia da fonti rinnovabili: impianti fotovoltaici di generazione di energia, con superfici non inferiori a 16 mq;
  • impianti solari termici per la produzione di acqua calda sanitaria e/o integrazione con l’impianto di riscaldamento;
  • riduzione dei rifiuti: compattatori di rifiuti organici/imballaggi, tritarifiuti ad uso professionale per attività di somministrazione.

 

ENTITA’ DEL CONTRIBUTO

Il contributo concedibile è pari alla misura del 50% delle spese sostenute di cui:

  • Misura 1: contributo massimo di euro 5.000;
  • Misura 2: contributo massimo di euro 10.000;
  • Misura 3: contributo massimo di euro 5.000;
  • Misura 4: contributo massimo di euro 2.500;
  • Misura 5: contributo massimo di euro 5.000.

Ultimo aggiornamento: 19 Maggio 2020

Vedi tutte le notizie
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.