Lavoratori autonomi: deduzione 100% spese formazione

Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, è entrata in vigore lo scorso 14 giugno la nuova legge sul lavoro autonomo e agile (L. 81 del 22/05/2017).

Il testo, strutturato in 26 articoli, si compone di due insiemi di norme volte, da un lato, al rafforzamento delle tutele per i lavoratori autonomi che svolgono la loro attività in forma non imprenditoriale (capo I) e, dall’altro, a sviluppare, all’interno dei rapporti di lavoro subordinato, modalità flessibili di esecuzione delle prestazioni lavorative (capo II).

Tra i provvedimenti a tutela del lavoro autonomo, la principale novità riguarda l’integrale deducibilità delle spese sostenute per la formazione e l’aggiornamento professionale.

In particolare, a partire dal 2017, diventano integralmente deducibili:

  • entro il limite annuo di 10.000 euro, le spese per l’iscrizione a master e a corsi di formazione o di aggiornamento professionale nonché le spese di iscrizione a convegni e congressi, comprese quelle di viaggio e soggiorno;
  • entro il limite annuo di 5.000 euro, le spese sostenute per i servizi personalizzati di certificazione delle competenze, orientamento, ricerca e sostegno all’auto-imprenditorialità, mirate a sbocchi occupazionali effettivamente esistenti e appropriati in relazione alle condizioni del mercato del lavoro, erogati dagli organismi accreditati.

Ultimo aggiornamento: 22 giugno 2017

Vedi tutte le notizie
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.